Viaggio in Giappone con guida locale ”JAPANISSIMO"

MENU

Blog

2016年 02月 16日

Meiji-jingu: una perla dello Shintoismo a Tokyo

Oggi vi vogliamo parlare di un santuario molto bello e importante situato proprio nel cuore di Tokyo, si tratta del Meiji-jingu, dedicato agli spiriti dell’imperatore Meiji (1852-1912) e della sua consorte, l’imperatrice Shoken (1849-1914).

Questo splendido santuario purtroppo non potè sfuggire alla barbarie della Seconda Guerra Mondiale e venne infatti distrutto nel 1945, ricostruito completamente solo intorno al 1958 grazie a delle donazioni pubbliche.

image

L’entrata alla zona del santuario è rimarcata da un imponente Torii, costruito con legno di cipressi vecchi di oltre 1500 anni, passato il quale i rumori e la visuale della caotica città di Tokyo sono sostituiti immediatamente da una tranquilla e rigogliosa foresta. 

Questa piccola foresta che circonda la zona del santuario conta approssivativamente circa 10.000 alberi, piantati tutti durante la costruzione del santuario e che furono donati sia dalle regioni di tutto il Giappone che da alcuni Paesi stranieri. Per un totale di più di 400 specie diverse. Un vero e proprio piccolo paradiso per gli amanti della natura!

image

Il Meiji-jingu è uno dei santuari più popolari in Giappone, soprattutto nel periodo di Capodanno. Infatti già dalla notte del 31 dicembre fino ai giorni immediatamente succesivi, il santuario da il benvenuto a più di 3,000,000 di visitatori per la prima preghiera dell’anno nuovo (dati che superano più di ogni altro santuario o tempio in tutto il Giappone).

Probabilmente l’area più suggestiva è sicuramente quella del Jingu Nai-en, ovvero il giardino dell’imperatore. Si dice addirittura che questo giardino sia stato progettato dall’imperatore in persona per compiacere l’imperatrice.
Molto interessante anche la Treasure House Annex, dove sono conservati ed esposti vari vestiti e oggetti personali della coppia imperiale.

image

Non è strano, infine, poter assistere alle processioni degli eleganti matrimoni tradizionali shintoisti giapponesi (solitamente la domenica mattina). Sbirciare la sposa in kimono bianco (o rosso) e lo sposo nel kimono più formale camminare insieme sotto un grande ombrello rosso, con alcuni sacerdoti shinto che li precedono aprendo la via e, subito dietro di loro, il resto degli invitati che li seguono in questo loro nuovo cammino.

Quindi ricordate di non perdervi assolutamente la visita in questo meraviglio santuario, a pochi passi dalla stazione di Harajuku sulla JR Yamanote Line (uscita di Omotesando). L’accesso al santuario, aperto dalle 9.00 alle 16.30, è totalmente gratuito.

Qui sotto potete vedere un piccolo video che abbiamo fatto, così da gustarvi una piccola panoramica “virtuale” del Meiji-jingu!

A presto, da Tokyo.


コメントを残す