Viaggio in Giappone con guida locale ”JAPANISSIMO"

Viaggio in Giappone con guida locale ”JAPANISSIMO"

2017年 11月 08日

Tenugui

I Tenugui, che avrete sicuramente visto in qualche fumetto o cartone animato, sono delle tovagliette in cotone spesso decorate con disegni di personaggi, natura o trame fantasia. 
Inizialmente era prodotto in seta e utilizzato principalmente durante le cerimonie religiose. Questo perché all’epoca i tessuti in generale e la loro lavorazione erano costosi e di conseguenza accessibili solamente al ceto alto. È solo a partire dal periodo Edo, grazie alla crescita dell’importazione e alle nuove tecniche di lavorazione che il tenugui cominciò a diffondersi e ad essere sempre più un oggetto di uso quotidiano.

Adesso viene utilizzato non solo come tovaglia per asciugarsi ma anche come accessorio dagli usi più disparati. C’è chi lo usa come straccio per le pulizie, chi come centrotavola, chi come bandana o anche per “incartare” regali e bento (pranzo al sacco). Purtroppo ha subito un calo di popolarità tra i giovani con le nuove generazioni ma recentemente ha ripreso ad attirare l’attenzione di tanti.
Esistono Tenugui di qualità e misure diverse in base all’uso che se ne vuole fare. Ce ne sono di piccoli e tascabili così come se ne trovano anche di grandi dimensioni, molto raffinati ed eleganti che vengono invece messi in esposizione come fossero quadri.
Non fatevi ingannare dall’aspetto elegante però! Costano molto poco e con circa 10€~15€ se ne possono comprare anche di carini. 

Si trovano un po’ dappertutto anche se bisogna saper distinguere tra il tenugui di qualità lavorato in maniera tradizionale e quello “industriale”.