Viaggio in Giappone con guida locale ”JAPANISSIMO"

Viaggio in Giappone con guida locale ”JAPANISSIMO"

2017年 12月 07日

Incontro con L’Ambasciatore d’Italia in Giappone

Oggi abbiamo partecipato ad un incontro con L’Ambasciatore d’Italia in Giappone, Giorgio Starace, tenutosi presso la Camera di Commercio Italiana di Tokyo. Il Sig. Storace ha parlato di come lui vede il futuro delle relazioni economiche e commerciali tra Italia e Giappone enfatizzando come le similitudini tra i due paesi ne facilitano la possibilità collaborare e crescere insieme.

L’incontro si è tenuto in due fasi; un discorso introduttivo durante la prima metà e una sessione Q&A durante la seconda metà che ha coinvolto tutti e permesso di discutere argomenti di ogni tipo. L’idea dell’Ambasciatore per questo incontro era infatti quello di avere un confronto con gli imprenditori italiani in Giappone e ricevere il feedback necessario per creare una strategia vincente.

La discussione si è sviluppata principalmente intorno ai seguenti argomenti

  1. Potenziamento dei programmi di scambio di studenti universitari
    I programmi di scambio universitari esistono già ma escluse alcune eccezioni, sono spesso intralciati da burocrazia e requisiti vari che li rendono effettivamente esistenti solo su carta. In Giappone, il trend di andare a studiare all’estero sta subendo un calo di popolarità e ad aggiungersi a ciò, c’è il fatto che l’Italia non è tra le opzioni più gettonate se paragonata ad altre classiche destinazioni quali il Regno Unito, gli Stati Uniti ecc.

  2. Diversificazione dei settori
    E’ importante diversificare il numero di settori e aree geografiche sulle quali collaborare. L’Italia non è solo Milano e Roma, così come il Giappone non è solo Tokyo e Osaka. Allo stesso modo, l’Italia non solamente ristorazione e moda così come il Giappone non è solo automobili e macchinari. I due paesi devono cercare di coltivare e massimizzare i punti in comune collaborando non solo sui settori già affermati ma anche aree quali robotica, ingegneria spaziale, design, musica, energie rinnovabili ecc. 
     
  3. Investimenti congiunti
    I due paesi possono sfruttare le proprie posizioni strategiche per facilitare e promuovere investimenti congiunti in paesi terzi. L’Italia infatti, appoggiandosi al Giappone potrebbe rafforzare i propri investimenti nel Vietnam, la Malesia o Le Filippine mentre il Giappone può estendere i propri interessi economici nei paesi del Nord Africa.

Sono diversi i modi in cui L’Italia e il Giappone possono crescere insieme e secondo il Sig. Starace questa è un’occasione che, se sfruttata a pieno, potrebbe cambiare profondamente il modo in cui le due società cooperano.